Archivi categoria: Uncategorized

Geraldina

Eccoci qui a condividere con voi un nuovo talento tutto italiano, Geraldina.

Conosciuto un pò per caso, mentre passeggiavo incuriosita per le bellissime strade di St Tropez, Il pop up store Geraldina mi ha subito attratta e senza esitazione sono entrata per saperne di più. Si tratta di una ragazza di soli 25 anni laureata alla St Martins di Londra, che ha appena lanciato il suo brand che prende appunto il suo nome. Il marchio tutto all’insegna del Made in Italy non segue la moda né le tendenze del momento. Grande attenzione ai dettagli, i capi basici del guardaroba. La gentilissima ragazza all’interno del negozio mi ha spiegato che spetta al cliente la scelta del colore e del tessuto di questi capi made to offer. Di fatti non era possibile comprare ma solamente ordinare. Pezzi intramontabili in tessuti preziosi e con dettagli curati come la camicia di seta, il blazer blu, i pantaloni dal taglio maschile ben disegnati.Tutto rigorosamente prodotto in Italia. Un’occasione ghiotta per rimpolpare il il guardaroba con tutti  con tutti i must-have mancanti. Inoltre la giovanissima ha collaborato con Aperlai, disegnando delle calzature ispirate all’arte di Mondrian, Lèger e Picasso, e adesso ha appena iniziato una seconda collaborazione con il marchio Piombo. 

Forza Geraldina e talenti del made in Italy, noi ci crediamo!

Immagine

 

Immagine

Immagine

Michela Lancia

Giovane e talentuosa designer d gioielli, l’ho conosciuta per caso nel negozio della Don Dup a Milano dove lei lavorava. Ero andata per cercare il vestito della laurea e subito il mio sguardo è stato catturato dalla collana che Michela indossava. Non ho esitato a chiedere informazioni su quel mio nuovo oggetto dei desiderio e Michela subito mi ha spiegato che si trattava di una sua creazione, fatta a mano con dedizione e grande creatività. 

Michela Lancia da allora ne ha fatta di strada, sono usciti tanti articoli su di lei e sulle sue collezioni. Io naturalmente da buona intenditrice quella collana l’ho subito comprata!

E dato che noi di Kinky Noise prediligiamo le donne giovani, grintose e con la voglia di mettersi in gioco, vogliamo dedicarle con affetto questo articolo augurandole tanta fortuna!

Vai Michiii noi siamo con te!!!

http://www.michelalancia.it

 

Immagine

ImmagineImmagine

 

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Intimo mon amour

A volte lo trascuriamo, a volta è la nostra carta migliore da giocare e altre volte preferiamo non utilizzarlo.

L’intimo è quel dettaglio non visibile a tutti, ma solo al prescelto.

Il fine principale della lingerie è la seduzione, e questa comincia da noi donne.

Il segreto è sentirsi belle e sexy per questo la scelta dell’intimo è fondamentale.

Da indossare sotto gli abiti, anche se non si ha intenzione di mostrarla a nessuno, soltanto per il gusto di sentirsi sexy.

Da sfoggiare sotto una giacca, per trasformare un tailleur da ufficio e andare a prendere un aperitivo con le amiche.

Da panterona, per i momenti più caldi, per catturare l’attenzione di lui appena ci si libera dei vestiti.

Secondo alcuni la lingerie è fondamentale, per raggiungere l’eccitazione, per sedurre e essere sedotti, per far sentire l’uomo importante.

E allora donne non sbagliate nella scelta e regalatevi un bel completino per natale!

 

564712_10150835063659649_1532899893_n

28871_10151217031692512_1423998126_n

548784_10152156852425451_2044391333_n

561536_10151288811069090_978394164_n

625512_479637488727872_1023930841_n

644014_474302819256979_1692482984_n murmur

270675_10151059246203315_1154763989_n

432266_10151023014774649_1744993660_n

APRES SKI

APRES SKI. CHI E’?

È un nuovo brand emergente nel campo del gioiello. Si tratta di una linea molto originale creata dalla designer spagnola Lucia Vergara. Ispiratasi alla natura, è riuscita a ideare attraverso vecchi materiali risalenti dagli anni ’40 agli anni ’60, accessori dalle sfumature romantiche e ingenue.

Oltre ad essere brava nel creare, Lucia Vergara è particolarmente attenta al packaging. Periodicamente, infatti, le confezioni che contengono i suoi gioielli sono personalizzate da artisti contemporanei che ricoprono di illustrazioni le scatole appartenenti ad un progetto che assume il nome di “In e Out” .

Noi di Kinky noise siamo lieti di dare inizio alla settimana dedicata al gioiello ricercato, unico e dalle linee geometriche.

Enjoy the Après ski week!

 

APRES SKI – WHO IS IT?

Apres Ski is a new emerging jewelry brand. It’s a very original line created by Spanish designer Lucia Vergara. Inspired by nature, Vergara creates accessories that combine a look of romanticism and innocence through the use of old materials from the 40s to 60s. Aside from being immensely talented and thoughtful  in her creations, Lucia Vergara also pays particular attention to the packaging. Periodically, in fact, the wrapping that contains the jewelry are persoanlized by contemporary artists that cover illustrations of boxes containing a project that assumes the name “In and Out”.

We at Kinky Noise are pleased to introduce this week, dedicated entirely to jewelry that are unique, geometrical, and lust worthy!

Enjoy the Apres ski week!

 

Quale cappello scelgo?

Non lo so..i cappelli mi son sempre piaciuti ma addosso poi non mi convincevano mai.

Ne ho provati di tutti i tipi e forme…poi ho capito che un cappello è qualcosa di veramente personale. Devi trovare un feeling speciale a differenza di altri capi di abbigliamento. E’ un accessorio che protegge la nostra testa e incornicia il nostro volto ed è la prima cosa che salta agli occhi se qualcuno ci guarda.

Non è per niente da sottovalutare..come un taglio di capelli può trasformarci..lo stesso può fare un cappello. Che responsabilità!

Per questo bisogna capire la forma del nostro viso e trovare quello giusto, che ci fa stare a nostro agio ma allo stesso tempo dona al nostro look quel qualcosa in più che fa la differenza!

Guardate guardate e scegliete quello che pensate possa essere perfetto per voi!!

Enjoyyy

 

1. Agua del Carmen Milano

2. Moschino

3. Stella Jean

4. Nasty Gal

5. Borsalino

6. J.w Anderson

7. Scervino

8. Dolci Trame Siena

 

 

eugenia kim

Nuova settimana nuova designer!!

Questa volta tocca ai cappelli!!eh si il freddo è arrivato e la nostra testa merita di essere coperta a dovere con un bel cappello!

Per questo abbiamo pensato a Eugenia Kim, che in seguito a un taglio di capelli mal riuscito ha deciso di nascondere la sua testa con un estroso cappello coperto di piume che aveva realizzato durante una lezione presso presso la Parsons School of Design. Il suo cappello fu subito notato dalle boutiques di Soho che le chiesero di vedere altre sue creazioni e da quel momento ebbe inizio la sua attività.

Eugenia Kim realizza cappelli dalle forme innovative con i migliori materiali, creazioni uniche amate da celebrities come Beyoncé, Chloe Sevigny, Madonna e Sarah Jessica Parker.

E come sapete a noi piacciono le tipe toste con voglia di mettersi in gioco e tanto talento da mostrare al mondo e a noi di Kinky noise!!

Enjoy!!

S.

 

Terra mia: il “map trend”

Talenti e artisti artigiani che parlano della propria terra e ne fanno oggetto d’arte. Di questo parla la nostra settimana. Del luogo come senso di appartenenza e identificazione, culla di memorie passate e presenti. Per l’edizione newyorkese non posso che pensare a Emily Fisher, la designer di Haptic Lab (www.hapticlab.com) che realizza quilt cuciti a mano disegnando mappe del mondo. Dalla vicina Brooklyn, a Chicago,  Parigi, Roma. Mappe di quartieri in cui possiamo ritrovare le strade percorse, i posti conosciuti, la via piu’ amata, l’esplorato e l’inesplorato. Ho visitato Emily nel suo studio sperduto in una ex fabbrica industriale semi abbandonata di Red Hook (Brooklyn) due anni fa quando aveva appena lanciato Haptic Lab. Pezzo dopo pezzo, fatto a mano, frutto di ore infinite di lavoro con una vecchia macchina da cucire, regalo di famiglia. Ci passava giorni e notti. Ne e’ valsa la pena visto che oggi il suo design e’ amato e riconosciuto qui a New York.
Questo post e’ dedicato alla terra, alle strade, alle case, ai quartieri, agli alberi, agli edifici, agli oggetti e a tutti quei luoghi persi e distrutti a causa dell’uragano Sandy. Parliamo di map trend quindi. Have a good trip! M

edgy, un po’ Rag & Bone

Si definisce “edgy” il loro stile. Difficile da tradurre alla lettera.

Il brand Rag & Bone (vecchio tremine inglese che significa “junk dealer” – sinonimo di vecchio, usato, consumato, reciclato)  crea un piccolo impero a New York con 6 negozi nati nel giro di pochi anni (nuovissimo quello sulla Madison & 73rd, anche se il mio preferito e’ quello a Nolita nato nella vecchia cucina del Caffe’ Colonial, bar storico della Downtown newyorkese..). Lo stile che lancia e’ un successone: qualita’ e comfort unito a un “edgy style”, maschile e femminile, androgeno, easy, casual e senza tempo.

 I  due designers inglesi Marcus Wainwright e David Neville si erano creati un obbiettivo agli esordi del 2004: realizzare vestiti di qualita’, da usare tutti i giorni. Volevano il jeans perfetto. Cosi’ iniziano la loro ricerca.. lo vogliono esclusivamente made in Usa. Sara’ il loro pezzo di successo.
 Il duo si incontra 20 anni fa in un college a Bershire (Inghilterra) con le loro divise da studenti. David Neville con un background da banchiere decide di lasciare tutto nel 2000 e buttarsi nella moda. Gli e’ sempre piaciuta, da quando era bambino e andava a fare shopping con la mamma. Lei dottoressa, la ricorda indossare completi maschili.
Dopo due decenni nasce lo stile Rag&Bone: american workwear unito al british taloring e al casual New York downtown look. We like it a lot!


.

Shabby&chic shopping

Tranquilli. Non si tratta di uno scioglilingua. E’ tutto nella norma. Si tratta del consueto appuntamento del mercoledì con i consigli su i prossimi (si spera) acquisti!

Questa settimana tocca al casual, shabby, easy..chiamatelo come preferite ma lasciate susseguirlo dalla parolina magica chic, che come una ciliegina sulla torta da quel tocco in più, che ci piace.

Cosa indossate quando non avete il tempo e la voglia di rifletterci su e di dare troppa importanza ad un appuntamento?!

Un jeans, una tshirt, un paio di stivaletti di pelle(possibilmente neri) e una borsa abbastanza grande da poterci infilare tutto quello che troviamo nella via verso la porta. Nella speranza di non dimenticare nulla.

Comfort e stile. Adatto a qualsiasi donna che ha voglia di sentirsi a proprio agio con carattere.

S.

 

 

1. Tutto DanniJo Jewels, http://dannijo.com/

2. Zaino Sandro, http://www.sandro-paris.com/dispatch

3. Jeans Jacob Cohen, http://www.jacobcohen.it/#/home

4. Cappello Borsalino, http://www.borsalino.com/

5. Reggiseno negozio Austique London, http://www.austique.co.uk/

6. Borsa Vlieger & Vandam, http://www.vliegervandam.com/

7. Cardigan Dondup

8. Stivaletti The frye company,http://www.thefryecompany.com/

9.  Pellicciotto e tshirt, Ella moss http://www.ellamoss.com/

10. Spirito libero 🙂

Rag & Bone

 

Rag & Bone. Chi è?

Ispirato ad una vecchia leggenda Britannica, il brand americano Rag & Bone nato del 2002, ha sempre avuto una missione chiara e distinta: creare abiti che tutti amassero indossare ogni giorno.

E’ per questo che i designer Marcus Wainwright e David Neville, si sono specializzati nella produzione di capi casual e vintage denim, consumato e invecchiato da lavaggi e trattamenti del tessuto.

Insomma uno shabby chic. E’ questo che Nyc chiede. Qualcosa semplice ma allo stesso tempo autentico, che crea tendenza. E quando si parla di tendenze, non si può lasciar in disparte la bella e intramontabile Kate Moss, testimonial indiscussa del brand.

Il Jeans, capo iconico di storia e classicità, è il must per eccellenza dell’azienda, prodotto con tecniche utilizzate più di cinquanta anni fa.

Nel 2004 il gruppo debutta con la prima collezione uomo, seguita nel 2005 dall’ampliamento delle proposte nel guardaroba femminile, dal gusto “british”.

E si apre questa nuova settimana all’insegna del jeans e tshirt, trasandato andante ma con una pennellata di glomour!

Enjoy!!!

S.

 

Mahani Del Borrello

illustration | art | design

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.