Terra mia: il “map trend”

Talenti e artisti artigiani che parlano della propria terra e ne fanno oggetto d’arte. Di questo parla la nostra settimana. Del luogo come senso di appartenenza e identificazione, culla di memorie passate e presenti. Per l’edizione newyorkese non posso che pensare a Emily Fisher, la designer di Haptic Lab (www.hapticlab.com) che realizza quilt cuciti a mano disegnando mappe del mondo. Dalla vicina Brooklyn, a Chicago,  Parigi, Roma. Mappe di quartieri in cui possiamo ritrovare le strade percorse, i posti conosciuti, la via piu’ amata, l’esplorato e l’inesplorato. Ho visitato Emily nel suo studio sperduto in una ex fabbrica industriale semi abbandonata di Red Hook (Brooklyn) due anni fa quando aveva appena lanciato Haptic Lab. Pezzo dopo pezzo, fatto a mano, frutto di ore infinite di lavoro con una vecchia macchina da cucire, regalo di famiglia. Ci passava giorni e notti. Ne e’ valsa la pena visto che oggi il suo design e’ amato e riconosciuto qui a New York.
Questo post e’ dedicato alla terra, alle strade, alle case, ai quartieri, agli alberi, agli edifici, agli oggetti e a tutti quei luoghi persi e distrutti a causa dell’uragano Sandy. Parliamo di map trend quindi. Have a good trip! M

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mahani Del Borrello

designer | photographer | printmaker

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: